Il Collegio Docenti, al fine di guidare e raccordare le pratiche valutative in uso nell’Istituto, ha da tempo elaborato un sistema di criteri, opportunamente declinati per i segmenti scolastici della scuola primaria e secondaria, che sono stati aggiornati a seguito dell’entrata in vigore del Decreto legislativo 62/17. Essi tengono conto della volontà del Legislatore che prevede per la Scuola la documentazione non solo del profitto dell’alunno, ma del più ampio “ sviluppo dell’identità personale”, comprendendo dunque nella valutazione anche aspetti precipui del comportamento e degli atteggiamenti che l’allievo evidenzia in ambito scolastico. Il “REGOLAMENTO INTERNO PER LA VALUTAZIONE SISTEMATICA DEGLI ESITI DEL PROCESSO DI INSEGNAMENTO-APPRENDIMENTO” è presente in allegato.
Criteri di valutazione del comportamento
Il Decreto Legislativo n. 62/17 prevede che la valutazione disciplinare sia accompagnata dalla valutazione del comportamento e dal giudizio globale comprensivo del livello di sviluppo degli apprendimenti. Il Decreto richiede altresì di collegare il giudizio sul comportamento a quello relativo alle competenze di cittadinanza. Nell’impostare la valutazione del comportamento, il Collegio Docenti ha ideato un modello, in cui il comportamento e il giudizio globale vengono presentati assieme e connessi a competenze chiave europee, prescelte per evidenziare i tratti comportamentali ma anche gli atteggiamenti verso l’esperienza scolastica che, nel giudizio della scuola, più possono influire sulla formazione dello studente e sul suo successo scolastico. Il modello ideato costituisce la modalità scelta per comunicare in modo chiaro ed esaustivo con le Famiglie ed è riportato nel Documento di valutazione quadrimestrale e finale. La più dettagliata descrizione del MODELLO DI VALUTAZIONE DEL COMPORTAMENTO E DEL GIUDIZIO GLOBALE è riportata in allegato.

Criteri per l’ammissione/non ammissione alla classe successiva
I criteri per l’ammissione/non ammissione alla classe successiva, deliberata dal Consiglio di classe, sono descritti in allegato

Criteri per l’ammissione/non ammissione all’esame di Stato

L’ammissione/non ammissione all’Esame di Stato è deliberata dal Consiglio di classe, presieduto, come organo perfetto, dal Dirigente Scolastico o suo delegato. Per l’ammissione all’Esame di Stato valgono i medesimi criteri utilizzati per l’ammissione/non ammissione alla classe successiva.

Criteri per la definizione del voto di ammissione all’esame
Il voto di ammissione all’esame conclusivo del primo ciclo (Decreto n. 62/2017 comma 5) è espresso collegialmente dal Consiglio di classe in decimi. Il dettaglio dei criteri seguiti è illustrato in allegato.
Criteri per l’assegnazione della lode all’esame
La proposta per la determinazione, in decimi, del voto finale di esame e della lode è competenza di ciascuna Sottocommissione d’Esame, secondo criteri illustrati in allegato. La Commissione d’Esame nella sua interezza delibera, tenendo in debito conto le valutazioni delle singole Sottocommissioni.